• Stefania Lusetti

1978

Racconto finalista al premio letterario "Panchina - 2011"

 

Stanno arrivando. Sento i loro slogan di morte echeggiare in quest'aria che fra qualche minuto sarà satura di gas lacrimogeni.

Ho paura e sono stanco. Vorrei tornare a casa ma non posso. È troppo tardi e non soltanto perché sono circondato da muri, celerini e nemici. È tardi perché ho superato il punto di non ritorno, perché non mi sono fermato in tempo, perché ho anteposto l'odio alla logica, perché ho permesso che l'ideologia venisse calpestata dall'aggressività, perché ho visto uccidere e non ho fatto nulla per impedirlo.

Riesco a vederli. Sono armati di asce, spranghe e chiavi inglesi. Nelle tasche avranno pure le pistole. Come noi!

Non siamo qui per difenderci ma per attaccare, colpire, fare male, ammazzare.


l resto nella raccolta di racconti brevi di Stefania Lusetti "L'attesa e altri racconti".

Disponibile su Amazon a € 0.99 e gratis su Amazon Unlimited

Immagine di Tiziano Pedrini by Pexels